Il Tribulus Terrestris

Il Tribulus Terrestris è molto probabilmente l’integratore di Testosterone in assoluto più famoso. Sono molti i siti che gli attribuiscono il titolo di "miglior integratore di testosterone". Ma sarà veramente così?

Interi filoni di business condotti da multizonali dell’integrazione sportiva si basano sulle proprietà del tribulus, con il risultato che il mercato è veramente pieno di integratori di Testosterone che vantano effetti mirabolanti.

Addirittura alcuni di essi si vantano di poter aumentare il testosterone di addirittura il 400%.

Ho voluto capire, cercando notizie su internet, come stanno veramente le cose...!

L’unico modo per capirlo è quello di affidarsi alle parole della scienza, che ormai da anni studia gli effetti dell’assunzione di Tribulus Terrestris sul corpo umano.

LE PROPRIETA'

Il Tribulus Terrestris è una pianta originaria dell’Africa e dell’Asia che nel corso dei secoli ha messo radici in varie zone del mondo, compreso il nostro paese

Deve il suo nome alle sue molte spine, che si dice siano talmente acuminate da poter bucare le gomme di una moto. Lo stesso nome Tribulus è il Latino di “provocare dolore”.

Il Tribulus Terrestri viene utilizzato da secoli in India per aumentare la fertilità maschile e femminile e questo lo ha posto sotto all’attenzione della scienza Occidentale.

In alcuni studi è così stata riscontrata un’effettiva azione del principio attivo del Tribulus, la protodioscina (una saponina steroidea), sui livelli degli ormoni androgeni dei partecipanti al test.

Da allora (anni 90) il Tribulus Terrestris ha conosciuto molti anni di pieno risalto ed è stato posto al centro di un business colossale: quello degli integratori di Testosterone

MA E VERO?

Alcune ricerche che ho fatto a riguardo : 

La teoria dietro al Tribulus Terrestris è che le saponine streoidee in esso contenute dovrebbero aumentare i livelli di LH, ormone luteinizzante responsabile di mandare il comando ai testicoli di produrre più testosterone.

Da qui l’interesse degli sportivi, dei culturisti e delle industrie.

Addirittura, il Tribulus Terrestris è utilizzato nel bodybuilding come rimedio alla terapia post-ciclo di steroidi, allo scopo di dare una spinta alla produzione naturale di testosterone nel proprio organismo, soppressa dall’assunzione di testosterone esterno,

In teoria questo concetto potrebbe anche reggere, dal momento che il Tribulus Terrestris conterrebbe saponoidi e steroidi, che potrebbero provocare un lieve effetto androgenico nell’organismo.

Andiamo perciò a vedere che cosa dice la scienza.

La scienza purtroppo ha dato esito negativo sulle proprietà che gli si attribuisconto , ossia il Tribulus Terrestris non ha effetti sul Testosterone o sulla forza fisica.

Vale la pena di far notare questo ennesimo studio, volto a comprendere gli effetti di un integratore di erbe (tra cui il Tribulus) venduto come stimolante del Testosterone e inibitore della 5 alfa riduttasi (per prevenire la trasformazione del Testosterone in DHT)

Dopo 4 settimane di somministrazione, non vi sono stati effetti né sul livello di Testosterone né su quello di DHT.